NewEntry.eu - Franca Bozzola: amante della bellezza
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Franca Bozzola: amante della bellezza

Franca Bozzola,ovvero, la famiglia, la passione per la pittura, estrema sensibilità, delicatezza, amante della bellezza.
Durante il trascorrere dei nostri giorni terreni, per un disegno divino imperscrutabile, dove nel breve spazio di poche ore, in modo repentino, ci si trova a piangere la scomparsa di una cara amica, di una collega, sempre disponibile, ogni sicurezza, ogni certezza, sembrano crollare nel nulla, tuttavia la fiducia non deve mai venir meno, questo, a noi pare, sia una parte di esempio, che con estrema semplicità, e bontà, Franca ha trasmesso all’interno del gruppo AABB (Associazione Artisti Bassa Bresciana) e non solo.
Nel 2005 è fondatrice, con Liana Ferrari, Graziella Speltoni, Maria Moreni, del gruppo AABB (con sede a Fiesse) e viene nominata vice presidente. All’interno dell’associazione porta idee, proposte (ultima quella di collaborare con il gruppo Siamo tutti Fotografi di Visano). Con la sua costante presenza, il gruppo intraprende un lungo cammino evolutivo, con mostre, principalmente nel territorio della bassa bresciana, ed eventi, i suoi delicati e significativi dipinti non mancavano mai. La sua passione per la pittura inizia non in giovane età, ma dopo un tristissimo evento luttuoso familiare, sorretta moralmente ed artisticamente dalle sue più intime amiche (Liana,Graziella e Maria) pittrici a loro volta. Da subito denota una vena artistica, pittorica,e terapeutica di ottimo livello, che col trascorrere del tempo,ed attenta agli insegnamenti in seno al gruppo, migliora sempre di più, ed è apprezzata nelle varie mostre. La sua grande passione per la pittura la portava ad impegnarsi sempre di più, elaborando nuovi progetti, nuove idee, che con estrema umiltà, ma con caparbietà, cercava di raggiungere all’interno del gruppo stesso.  Questo non le impediva di trascurare l’affetto per tutti i suoi familiari, dedicando loro molto tempo, a giorni la sua amata figlia le avrebbe regalato la gioia di avere un’altro nipote, questo evento la rendeva felice, aumentando sempre di più la voglia e l’entusiasmo di dipingere.
Oltre a tutti i suoi impegni, si dedicava come volontaria nell’Associazione San Cristoforo di Visano in modo continuo, molti gli stendardi delle sedi limitrofe in segno di riconoscenza. 
Questo modo di fare della nostra cara amica Franca, era, è, e sarà,un esempio indelebile, non solo per noi, ma anche per quanti l’hanno conosciuta, sia artisticamente che umanamente. Profonda e toccante, sia spiritualmente, che umanamente, l’omelia del parroco di Visano Don Roberto alla messa nel giorno del funerale, che mette in risalto la sua fede mai ostentata, e prefigura Franca su una barca con queste parole ”Se osserviamo una barca che lascia la riva e diventa sempre più piccola scomparendo ai nostri occhi, noi dobbiamo supporre che qualcun altro su una riva lontana, dall’altro lato, si trovi a guardare questa barca che si fa più vicina. Oggi la barca sulla quale Franca è salita si fa sempre più piccola ai nostri occhi increduli, ma sono certo che essa si avvicina ad un porto che l’attende, e ci attende, insieme a tutti coloro che hanno già attraversato il mare della vita”. Ecco in questo passaggio vi è l’epilogo del nostro scorrere terreno, ma siamo certi che Franca pur trovandosi nell’altra bella sponda, ci guarderà, mentre in noi il suo ricordo rimarrà indelebile.

IL CONSIGLIO  AABB
Liana Ferrari
Graziella Speltoni
Maria Moreni
Angiolino Semenzi
Livio Bucella
Renate Ross Scalmana
Colombo Zani

Letto 1431 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti

Questo sito prevede l utilizzo dei cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando la navigazione riterremo accettato il loro utilizzo

  
Privacy Policy