NewEntry.eu - Nella casa di Doroty
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Nella casa di Doroty

Buongiorno, sono la mamma di una bambina autistica, e con altre mamme i cui bambini presentano lo stesso disturbo, ho fondato un gruppo whatsApp a cui abbiamo dato il titolo “la casa di Doroty”. Una favola che amavo molto quando ero bambina perché contiene un messaggio molto importante: ognuno di noi come l’ uomo di latta, il leone e lo spaventapasseri ha in se ciò che cerchiamo, basta guardare nelle stanze della propria anima e trovare tutto il coraggio, l’intelligenza ed il cuore che ci vuole per affrontare qualsiasi battaglia.
Qui ci scambiamo opinioni, ci confrontiamo sulle terapie che i nostri figli intraprendono ed ogni tanto ci incontriamo per bere un caffé o mangiare una pizza. Se vivi le difficolta di un bambino autistico puoi contattarci, racconteremo le
nostre storie, ci confronteremo tutto all’insegna dell’aiuto reciproco. L’autismo è un disturbo neurologico che compromette l’interazione sociale e crea un deficit alla comunicazione verbale e non. Appare nei primi anni di vita e tutt’ora le cause sono sconosciute. Molte volte un bambino autistico può sembrare sordo perché se chiamato non risponde. Ha difficoltà al contatto visivo, stereotipie: movimenti ripetitivi, interessi e comportamenti limitati.
La caratteristica più evidente è lo sviluppo sociale insolito sin dalla prima infanzia. Il bambino autistico mostra meno attenzione agli stimoli sociali, sorride e osserva meno degli altri: difficilmente si avvicina spontaneamente.
Il bambino autistico ad alto funzionamento soffre di una solitudine più intensa rispetto ai suoi coetanei: per lui crearsi amicizie si rivela spesso difficoltoso. Per meglio comprendere i nostri bambini pensate all’arcobaleno: tanti colori diversi, ma tutti appartenenti allo stesso semicerchio. Ciò che non si conosce fa paura e spesso allontana; ma se voi aveste una torcia e illuminaste questo mondo sconosciuto, comprendereste che i nostri bambini, che a volte possono
spiazzare, possono rilevarsi un bene prezioso.
IO DESIDERO CHE MIA FIGLIA, CON LE SUE DIFFICOLTA’, SIA UNA BAMBINA COME TANTE!
Grazie del tempo che mi ha dedicato.

La mia bambina autistica...
Ogni tanto, penso alla solitudine che provi,
mentre girando su te stessa ti muovi
ai test che hai dovuto sopportare
per una diagnosi arrivare
alle volte che avrei voluto sentirmi dire
è un incubo, sta per finire,
ma poi col tempo ho accettato
quello che è stato,
quando dicevano disturbo della comunicazione
nessun tipo di relazione,
ma dopo tanto sentenziare,
penso che solo io posso spiegare,
dinanzi ad ogni patologia
ho trovato la miglior via
che non esiste diagnosi migliore
che ti amo con tutto il cuore...
Valsecchi Tiziana
tel. 329 98 05 488

Letto 934 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti

Questo sito prevede l utilizzo dei cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando la navigazione riterremo accettato il loro utilizzo

  
Privacy Policy