NewEntry.eu - Cascate di Monticelli Brusati Provaglio d’Iseo (Brescia)

Cascate di Monticelli Brusati Provaglio d’Iseo (Brescia)

Nella Valle di Gaina a Monticelli Brusati si sviluppa il Sentiero della Cascate, un percorso naturalistico ad anello di particolare interesse. Esso a caratterizzato dalla presenza di un piccolo canyon lavorato dall’erosione del torrente che scorre nella zona e da una serie di piccole cascate. Giunti al centro di Monticelli Brusati si lascia l’auto in una delle quattro aree di parcheggio appositamente attrezzate. Si percorre a piedi via Foina facendo attenzione al traffico e si supera l’omonima frazione. Si prosegue sull’asfaltata fino all’incrocio con via Colombaia dove la strada cambia nome e diventa via Gaina. L’itinerario prende il via dalla frazione di Gaina, dove un segnavia di colore bianco e rosa con Ia scritta SC conduce lungo una stradina, prima asfaltata e poi sterrata, al suggestivo torrente. I percorsi proposti sono due, ma quello da noi descritto è indicato come “Variante per Esperti” per l’andata e “Variante B” per it ritorno. II sentiero si abbassa verso il torrente, percorrendo il piccolo canyon. Passati sotto una nicchia in cui è custodita una Madonnina, alternando ripetuti passaggi del corso d’acqua, si arriva alla prima scala metallica situata alla destra di una cascata. Dopo averla risalita, si precede affiancati da alcune stratificazioni rocciose, superando, con l’aiuto di catene e pioli metallici, una stretta forra lavorata dall’acqua, fino a raggiungere un’altra cascata che chiude la vallata. Ci si arrampica a sinistra, aggirando Ia cascata con l’utilizzo di una lunga catena: è questo il passaggio più impegnativo del percorso da affrontare con cautela. Poco dopo, il sentiero raggiunge un’altra suggestiva cascata, nei pressi della quale si trova una testa scolpita nella roccia, chiamata “Mostasù”. Si sale la seconda scala metallica a sinistra della cascata e, superatala, si prosegue lungo un sentiero attrezzato con cavo metallico plastificato, che riconduce al torrente. Si attraversa il corso d’acqua e si esce dal bosco, raggiungendo prima delle costruzioni in muratura e poi una radura erbosa. Da qui, seguendo le indicazioni “Variante B”, si risale ancora un tratto la valle fino ad incontrare nuovamente il torrente. Lo si attraversa per l’ultima volta, portandosi sulla sponda destra e si completa il giro rientrando a Gaina. II Sentiero della Cascate è percorribile in tutti i periodi dell’anno, ma sono preferibili la primavera e l’estate ed è sconsigliabile intraprendere il percorso durante i giorni piovosi. Si suggerisce l’uso di scarponcini da trekking e del moschettone per effettuare il tratto di sentiero attrezzato.

Letto 28 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti

SFOGLIA L'ULTIMA EDIZIONE



NEW ENTRY TELEVISION

Questo sito prevede l utilizzo dei cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando la navigazione riterremo accettato il loro utilizzo

  
Privacy Policy