NewEntry.eu - COSA DIRO'?
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

COSA DIRO'?

Navigando in rete, mi sono soffermata su uno scritto, che vi pubblico di seguito, che mi ha dato letteralmente i brividi, sarà che ho due bimbi piccoli, sarà che questo mondo marcio mi spaventa sempre di più, ma quello che ho letto, mi ha messo un pò di magone. E’ un dato di fatto, inquietante, ci piaccia o no, con cui  bisogna fare  i conti... Me lo chiedo anch’io, che  pur avendo 39 anni ormai faccio parte di un’altra generazione, anche perchè negli ultimi anni sembra ne siano passate più di una in breve tempo. Dove andranno a finire questi giovani, che hanno tutto e niente, mi chiedo spesso come, quando e dove costruiranno il loro avvenire, in una siffatta società, gretta ed individualista, e sempre più allo sbaraglio... Una società composta da delinquenti che la fanno franca e da onesti che devono rimboccarsi le maniche per sopravvivere e di una giustizia ingiusta!

 

“Cosa racconterò ai miei figli o ai miei nipoti, ai miei vicini di casa?

Cosa gli dirò della mia generazione? C’e’ chi racconta di guerre, di epoche d’oro, di musica stupenda, discoteche colorate, 68, rivoluzioni...Io cosa raccontero’ di questi anni zero? Le bugie, gli i-phone, i computer, facebook, le memes, la Germania, la Grecia, cose brutte. Niente colori. Che ci chiudevamo in casa a scrivere su dei Social network perché era più facile parlare di come ti sentivi? 

O gli racconterò che la gente si sparava le foto mezze nude nei cessi per prendere 100 mi piace su facebook , oppure gli dirò che un branco di ignoranti si era asserragliato in un palazzo e faceva morire il proprio popolo di fame, e gli dirò che nessuno voleva ribellarsi perché erano troppo impegnati a farsi e a lamentarsi della chat di facebook, gli dirò che non si poteva aprire la TV e guardare il TG perché era come assistere a dei film horror in sequenza, dove i mariti uccidevano le mogli e le mogli buttavano i figli dai balconi, gli dirò dei maltrattamenti delle insegnanti, delle persone che si sono tolte la vita perchè non riuscivano a pagare i propri debiti causati dai mancati pagamenti di delinquenti e dello Stato, che si vociferava che a far saltare Borsellino e Falcone non era stata solo la Mafia o gli dirò di me che sognavo così forte un mondo migliore da farmi uscire il sangue dal naso, e gli dirò di un Harry Potter finito troppo in fretta e di un Beautiful o Maria de Filippi infiniti, e gli dirò di non guardare alla mia generazione senza ideali, senza stimoli, senza sogni, racconterò di chi come me non sapeva cosa raccontare. Racconterò del gelo che sento, racconterò di abbracci negati e di webcam sovraffollate,  gli dirò di essere migliore, di essere tutto quello che noi non diventeremo mai.” 

Letto 1703 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti

Questo sito prevede l utilizzo dei cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando la navigazione riterremo accettato il loro utilizzo

  
Privacy Policy