NewEntry.eu - Dalla “Pupa e il secchione” a povera e disoccupata
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Dalla “Pupa e il secchione” a povera e disoccupata

Cari amici, ricorderete tutti il programma “La Pupa e il Secchione“, dove una serie i protagonisti venivano selezionati tramite un complicato test scientifico nel quale devono riuscire a scrivere il proprio nome correttamente.
Rosy Dilettuso, una delle Pupe nel famosissimo programma andato in onda su Italia1, si è recata in una nota trasmissione televisiva, lamentando di non avere un lavoro in televisione e per questo, oggi, non solo non trova i soldi per pagare l’affitto, ma non possiede nemmeno i soldi per mangiare. Vedete, amici, sapete tutti che mi schiero sempre dalla parte dei più deboli, difendendo i loro diritti e denunciando queste disparità di trattamento. Per questo oggi voglio scrivere una lettera a questa gentile Signorina. Gentile Signorina Rosy, posso capire quanto sia difficile la vita oggi, soprattutto per chi, come lei, si trova senza un lavoro e quindi senza alcuna entrata economica.
Lei sempre abituata alla movida Milanese, alla calda estate della Costa Smeralda, allo shopping selvaggio e quant’altro…
Vede, Signora Rosy, c’è un modo diverso per sopravvivere e pagare l’affitto, il mangiare ecc… senza dover aspettare la televisione o qualche reality show…
Si chiama lavoro!!! Gentilissima Signorina Rosy, oggi mi sento buono e vorrei offrirle un lavoro: di fronte casa mia c’è un bellissimo bar che cerca una ragazza per servire ai tavoli durante la pausa pranzo… lo stipendio è di circa 1.000 euro al mese.
Ho fatto il suo nome Signorina Rosy… e la proprietaria è entusiasta.
Andrea Mavilla

Letto 978 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti

Questo sito prevede l utilizzo dei cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando la navigazione riterremo accettato il loro utilizzo

  
Privacy Policy