NewEntry.eu - Megalomen
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Megalomen

Megalomen è una serie televisiva tokusatsu giapponese che vede come protagonista l’omonimo supereroe. Creato da Tetsu Kariya, lo show fu prodotto dalla Toho Company Ltd. e trasmesso in Giappone su Fuji TV dal 7 maggio al 24 dicembre 1979, con un totale di 31 episodi di mezz’ora.
Il pianeta Rosetta è stato preso sotto controllo dall’Esercito della Stella Nera comandato da Capitan Delitto. Takashi Shishidou e sua madre Rosemary scappano verso il pianeta Terra dopo che suo padre Gou è catturato da Delitto, che è in realtà Hiroshi, il fratello gemello “malvagio” di Takashi. Mentre vive pacificamente sulla Terra, Takashi frequenta una scuola di arti marziali in Giappone ed ha quattro amici che non hanno idea che lui provenga da un altro pianeta (soltanto il suo insegnante di arti marziali, Sougen Takamine, conosce il suo segreto).
Quando il capitano Delitto inizia l’invasione della Terra usando il suo esercito di mostri giganti, Rosemary (che è conosciuta con il nome di “Mari Shishidou”) dà a Takashi i Braccialetti-Megalon con cui può trasformarsi nel guerriero gigante Megaloman e combattere i mostri diabolici per proteggere così il pianeta Terra. Nell’episodio 2, quando i quattro amici di Takashi della scuola di arti marziali, Seiji Kurogawa (un duro, che combatte come Bruce Lee), Hyousuke Yuri (il mattacchione del gruppo), Ran Takamine (la figlia del maestro Takamine e fidanzata di Takashi) e Ippei Mashira (il ragazzino) scoprono il suo segreto, Rosemary li invita ad unirsi a Takashi nella dura battaglia.
Dà anche a loro i Braccialetti-Megalon per trasformarli in un quartetto di multicolorati super-guerrieri di arti marziali: i quattro potranno iniziare a combattere accanto a Takashi.
Nelle forme di supereroi, Takashi/Megaloman, Seiji, Hyousuke, Ran e Ippei sono vestiti rispettivamente in rosso, blu, giallo, bianco/rosa e verde. I seguaci di capitan Delitto sono noti come tribù dal sangue nero, e sulla terra girano vestiti da preti cattolici.

Letto 1491 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti

Questo sito prevede l utilizzo dei cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando la navigazione riterremo accettato il loro utilizzo

  
Privacy Policy