NewEntry.eu - Carla Chan e la pietra azzurra - 2^ Parte
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Carla Chan e la pietra azzurra - 2^ Parte

Ora io ritorno indietro, hanno bisogno di me là. Il Guardiano mi sta chiamando: mi è arrivato un suo dispaccio. Cris allarga di più lo schermo. Si ecco, così va bene. Dice che  i Blatteri hanno distrutto parte del Tempio e  che c’è poco tempo per trovare la Sacra Pietra. Solo con i suoi poteri verrà ripristinato l’anello di Luce che ci protegge  e potremo respingere quei pirati nel pianeta da dove provengono. Si, ma cosa devo fare? Ho tante nebulose nel cervello. Ricorderai tutto tra poche ore non avere paura , Cristalide ti starà accanto e ti guiderà verso la meta. Quale meta? Aspetta. Cosa significa? Torna qui. Ci terremo in contatto telepatico fino a quando non avrai recuperato la Pietra. Ricorda devi recuperare la Pietra. E’ di vitale importanza che tu la riporti al Tempio. La Pietra è la nostra Anima! La nostra vita e quella del nostro pianeta è nelle tue mani ora. Bombo torna qui. Non ho capito niente, Bomboooo!
Mondo Paperino, sparito. E mo’ che faccio?
Si, la scuola, devo andare a scuola.
Grazie Cristalide. Sarò interrogata e farò scena muta. A meno che tu si, proprio tu streghetta, non mi passi le risposte giuste. Volete la Pietra, allora collabora e vedi di non farmi fare brutta figura con la prof. Voglio un bel voto.
Si, si, avrai doppia razione di verdura. Giuro!
Mondo Paperino, ora si che mi piace la scuola.
Mi piace, si. Eh,Eh,Eh!
Uno, due e tre… è mai possibile che non riusciamo a ottenere un contatto. Prova di nuovo Cristalide…. Uno, due e tre… Bo  mi senti?
Prova ancora Cris… uno, due e tre…. Bombo…. Sei in ascolto? Niente, ci toccherà riprovare domani. Che seccatura, silenzio,  ascolta, sento presenze oscure!   No, è solo quel ragazzino della terza E.
“Vuoi smetterla di  sbirciare ed esci fuori troglodita!” Quel piantagrane è più stupido di quanto sembri . Se la darà a gambe ora. Dammi il codice veloce, anche senza Bombo aprirò il messaggio … si come mi aspettavo. Ecco, dice che la pietra è qui in questo parco. E questo cos’è: “ Apri la Porta,  gira la Torre fin sopra il lago…. e…“
Mondo Paperino, è mai possibile che non riusciamo a seminare quell’umano poco evoluto.
Ascolta, si avvicina.
Fai sparire tutto e sparisci pure tu! “Salve sorella, che ci fai sola qui, non hai paura dei lupi?”
“No, fratello, se sono tutti come te. Che ci fai tu piuttosto qui?Non dovresti essere a biologia ora?”
“Ehm, si, no, insomma, ero incuriosito e ti ho seguito… al diavolo biologia.”
“Bravo il somaro e cosa speravi di vedere? Me avvinghiata a un figo dietro a un cespuglio?
Scordatelo fratello. Il guardone fallo nei bagni delle ragazze alla ricreazione. Il divertimento è assicurato.”
“Già fatto, ehm, volevo dire non è per quello che ti ho seguita. Mi incuriosivi ecco…”
“Si, ma adesso devo andare. Ho lezione di Storia tra cinque minuti. Fammi la guardia all’albero, eh!  Circolano voci che è infestato dai roditori. Magari ci fai amicizia.… ah,ah,ah!”
Non mi scapperai credimi, Bombo aveva ragione. Sei una vipera, ma io sono un lupo in cerca di guai, sorella, pensava intanto il principe Cordel,  mentre la ragazza correva via e spariva alla sua vista. Un colpo al tronco vicino al quale aveva trovato la fuggitiva e… L’hai trovata allora… era la voce di Bombo che gli bucava il cervello. Abbassa il volume fratello, porca miseria, mi buchi i timpani. Si ho trovato la vipera, ehm volevo dire  la principessa  Carla. Ha ricevuto il messaggio e le starò alle costole come vuole il Guardiano, ma è insopportabile quella strega…. ”
Il sentimento è reciproco. La posta in gioco è grande Cordel:  i Blatteri arriveranno direttamente qui per farla fuori prima che  la Pietra ritorni ad Atlantide.  Gliela  ruberanno e la distruggeranno. Principe tu  la  devi proteggere da queste entità maligne: come vedrai fra poco il parco ne sarà pieno. Fai attenzione, ne va anche della tua vita. Sarò discreto, se è questo che vuoi dire e non le svelerò la mia vera identità se non sarò costretto. Passo e chiudo. Intanto il sole scompariva e scendeva la notte, figure come ombre cominciavano a strisciare allo scoperto per carpire i segreti nascosti tra gli alberi. Si sentivano i gufi e i pipistrelli volare via in cerca di cibo; bisognava sparire alla svelta, non si era più al sicuro là… uno, due e tre. A casa presto….
Ma quello è veramente strano, non credi Cris?
Era ancora vicino all’albero quando siamo andate via e sono sicura che parlasse da solo.
No, non me lo sono inventato. E’ così.
Certe volte mi sembri così ottusa, e tu dovresti proteggermi? Se non distingui uno scoiattolo da un pipistrello… mondo Paperino!
Insomma a me quello mi sembra veramente un po’ svitato. Ho visto che non mi sta perdendo d’occhio da quando ho riacquistato i miei anni e i miei poteri: Si, si è attivato da quando sei arrivata qui, come se sapesse chi sono e facesse di tutto per sembrare il tonto che non è. Ora tu lo segui e mi riferisci tutto. E guai a te se ti lasci sfuggire una sola parola con Bo. Lui non deve sapere niente, chiaro? E ora sparisci, lasciami studiare…. o quest’anno mi bocciano a questa stupida scuola terrestre. (Come se non avessi già abbastanza problemi con il Guardiano e quella dannatissima Pietra). Ah, a proposito, svegliami alle cinque domani mattina. Voglio decifrare il messaggio: ho bisogno di aiuto e devo avere al più presto la soluzione a questo rompicapo. C’è qualcuno che ci può aiutare ne sono sicura e tu mi aiuterai a trovarlo: la Pietra è nel parco ma questo è l’unica cosa che so, brancolo nel buio ahimè! La mia mamma, Mimì per le amiche, Maria Elena per il mio papà che si chiama Vincenzo ( per tutti Enzo) si era affacciata alla porta della mia stanza per la buonanotte. Quella stanza che mi aveva visto crescere anno dopo anno prima bambina, poi ragazzina con tanti problemi, come tutti gli adolescenti, e che conservava gioie e dolori di una vita passata come una normalissima figlia di una coppia che si amava e mi amava in un modo raro. Perché loro erano due esseri umani veramente speciali ed erano stati scelti proprio per questo. La mia vita sul Pianeta Terra era stata felice grazie a loro, due persone degne del mio affetto e rispetto che avrei onorato ogni giorno della mia vita per sempre, anche quando sarei ritornata sul mio Pianeta d’origine, portandoli con me nel cuore. Loro avrebbero saputo a tempo debito chi ero veramente, avrei avuto bisogno del loro aiuto per lasciare la Terra indenne, poi mi avrebbero dimenticato, avrebbero dimenticato di aver avuto una figlia. La loro vita sarebbe ripartita dal momento del mio concepimento come se nulla fosse accaduto. Non avrebbero ricordato più nulla o almeno avrebbero avuto un altro figlia e sarebbe stato meglio così, per tutti, per loro e per me. “Carla, va a letto cara è tardi e domani devi andare a scuola. Quest’anno mi hai promesso che sarai promossa e non rimandata come al tuo solito. Papà tornerà a casa tardi stasera, ma mi ha detto di salutarti e di darti un bacio anche da parte sua.” “Si mamma, vado. Un bacio anche a papà. Buonanotte.” Il suo bacio, come tutte le sere e l’immagine di  papà che mi augura la buonanotte sono e saranno sempre impresse nel mio cuore anche quando non sarò più qui. “Non voglio dimenticarli Cris, hai capito.  Porterò con me su Atlantide il loro ricordo. E tu farai in modo che sia così. Me lo devi.” - “Si, si, hai ragione, ho poche ore di sonno. Buonanotte allora streghetta, eh,eh,eh.”  Mondo Paperino!
<<Apri la porta, sali la torre fin sopra il lago. Raccogli, semina e alla fine del cammino troverai il Tesoro, il Rosso incontro ti indicherà la strada fino alla meta d’incommensurabile splendore!>>
Bene, eccoci qui… Cris chi vedi? Io ora faccio un giro per sincerarmi che non ci sia nessuno che ci stia seguendo. Tu intanto mettiti in contatto con Bombo. Voglio la verità su quel tipo, vedrai che Mister Tonto, tanto tonto poi non è. Quanto ci scommetti? Ahahah! Vado fino al laghetto. Tu stai qui a fare la guardia e inviami un segnale se arriva qualcuno….
Bombo finalmente. Sto andando al laghetto, intanto parlami di quel tuo amico, si, quel rosso malpelo che non la smette di seguirmi. Ne sai niente? Giuroooo no Carla. Chi è, ahahahah?
Bugiardo e falso. Me l’hai messo tu alle costole, perché? Non vi fidate di me? Non ce lo voglio qui, mi è d’intralcio capito?” E’ un ottimo guerriero e nostro amico Carla: è il Principe Cordel, nostro alleato! Ti proteggerà dovunque sarai e ti sarà d’aiuto quando troverai la Pietra. Ha più poteri di me credimi. Abbi fede. Qualcun altro ti ha seguito?
“Ancora no, ma è presto non credi? I Blatteri mi staranno ancora cercando ad Atlantide…. O sono già qui? Parla , dannazione!” Non è mai troppo presto per quei dannati demoni. Sono già qui, fai attenzione quindi. Devo andare. Abbi cura di te.
Una parola: qui sono in alto mare con il messaggio. Chi mi aiuterà? Voglio tornare a casa.
Bo fa qualcosa, mondo Paperino!
Daniela Zacco - continua -3

Letto 2062 volte
Altro in questa categoria: « Ridiamoci sopra
Devi effettuare il login per inviare commenti

Questo sito prevede l utilizzo dei cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando la navigazione riterremo accettato il loro utilizzo

  
Privacy Policy