NewEntry.eu - Il Titanic - 1^ Parte
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Il Titanic - 1^ Parte

Martedì 15 settembre 1908
“Battezzati” il Titanic e l’Olympic
• La compagnia di navigazione White Star annuncia che i due transatlantici ordinati ai cantieri Messrs. Harland and Wolff di Belfast (Irlanda del Nord) si chiameranno Olympic e Titanic.
Mercoledì 31 marzo 1909 Inizia la costruzione del supertransatlantico Titanic
• Ai cantieri Messrs. Harland and Wolff di Belfast (Irlanda del Nord) comincia la costruzione del Titanic: commissionato dalla White Star, sarà il più grande transatlantico del mondo e più che per la velocità spiccherà per la comodità.
Lunedì 1 maggio 1911: - Àncora record per il Titanic
• Parte da Dudley (Inghilterra) la più grande àncora mai costruita: peso sedici tonnellate, trainata alla stazione da venti cavalli, a Belfast verrà montata sul nuovo supertransatlantico della White Star, il Titanic.
Mercoledì 31 maggio 1911
Varato il supertransatlantico Titanic
• A Belfast (Irlanda del Nord) viene varato il Titanic: costruito dai cantieri Messrs. Harland and Wolff, lungo 300 metri e largo 30, è il più grande transatlantico del mondo, 46,328 tonnellate contro le 45,124 della “sorella” Olympic (che aveva strabattuto il precedente record del Mauretania, 31,738).
Mercoledì 20 settembre 1911
Collisione per il supertransatlantico Olympic
• Alle 12.46 p.m., nelle acque di Portsmouth (Inghilterra) il supertransatlantico della White Star Line “Olympic” si scontra con l’incrociatore Hawke: partita da Southampton con destinazione New York, la seconda nave più grande del mondo (45,124 tonnellate contro le 46,328 del Titanic, anch’esso appartenente alla White Star) esce dall’impatto con un buco di 40 piedi nello scafo ed è costretta a tornare indietro (tra i circa tremila passeggeri non ci sono feriti). L’incidente è stato causato dal fatto che l’incrociatore, impegnato in un sorpasso troppo ravvicinato, è stato risucchiato dall’enorme transatlantico. Mrs. W. H. Truesdale, impegnata nel pranzo al momento della collisione, racconta che nonostante l’impatto «sul tavolo non si è mosso un piatto né è stata versata un goccia».
Martedì 10 ottobre 1911
Il 10 aprile il primo viaggio del Titanic
• White Star annuncia che il nuovo supertransatlantico Titanic partirà da Southampton e Cherbourg il 10 aprile 1912 con destinazione New York.
Mercoledì 3 aprile 1912 - Il Titanic lascia Belfast
• Il nuovo supertransatlantico Titanic lascia Belfast, dove è stato costruito presso i cantieri Messrs. Harland and Wolff, con destinazione Southampton, dove il 10 aprile partirà per il primo viaggio a New York.
Mercoledì 10 aprile 1912
Il Titanic parte con destinazione New York
Parte da Southampton, destinazione New York, il Titanic, nuovo supertransatlantico della White Star. Causa lo sciopero delle miniere di carbone terminato il 6 aprile, che ha lasciato senza carburante varie imbarcazioni, trasporterà molti passeggeri che non sono riusciti a raggiungere gli Stati Uniti con i mezzi originariamente prenotati. Per sfamare durante il viaggio gli oltre duemila passeggeri (secondo la Reuter 350 in prima classe, 305 in seconda, 800 in terza più l’equipaggio, ma le cifre variano a seconda delle fonti) vengono imbarcate 73.000 libbre di carne fresca, 11.000 libbre di pesce fresco, 5.000 libbre di burro, 2.500 libbre di salsicce, 10.000 libbre di zucchero, 40.000 uova, 40 tonnellate di patate ecc. Tra i passeggeri più illustri il milionario statunitense John Jacob Astor IV (ricchezza stimata in 30 milioni di dollari), l’industriale Benjamin Guggenheim (19 milioni), Isidor Straus, padrone dei magazzini Macy’s di New York (10 milioni), Alfred Vanderbilt (15), George D. Widener (10), Archie Butt, aiutante militare del presidente americano William Howard Taft, gli scrittori Jacques Futrelle e W. T. Stead, l’artista Francis Millet. Costo un milione e mezzo di sterline, considerato inaffondabile, il Titanic è assicurato presso i Lloyds di Londra solo per 730.000 sterline. Al comando c’è il capitano Edward John Smith (“Millionaire’s Captain”) uno dei più esperti navigatori oceanici, in forza alla White Star da 25 anni: il 20 settembre, al comando del transatlantico Olympic (la “sorella” del Titantic) nelle acque di Portsmouth, non è però riuscito ad evitare una collisione con l’incrociatore Hawke, risucchiato dall’enorme bastimento. Un analogo episodio si verifica alla partenza del Titanic, quando viene risucchiato il New York, ma stavolta Smith riesce ad evitare l’impatto: non ci fosse riuscito, il supertransatlantico avrebbe dovuto rinviare l’attesissima partenza.
Domenica 14 aprile 1912
Il Titanic si scontra con un iceberg
• Alle 23.40, 400 miglia a sudest della costa di Cape Race (isola di Newfoundland, Canada), il supertransatlantico Titanic, salpato il 10 aprile da Southampton per il suo primo viaggio verso New York, si scontra con un enorme iceberg: la vedetta Frederick Fleet l’avvista solo quando è ormai a 500 metri di distanza («Iceberg di prua, signore!»), il primo ufficiale William M.Murdoch ordina: «Tutto a dritta. Indietro a tutta forza». La repentina virata a sinistra si rivela inutile, trentasette secondi dopo l’avvistamento avviene l’urto a prua, sulla fiancata destra della nave, sei dei sedici compartimenti stagni rimangono danneggiati, a sei metri di profondità l’acqua incomincia a filtrare nel transatlantico.          -continua 2

Letto 1331 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti

Questo sito prevede l utilizzo dei cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando la navigazione riterremo accettato il loro utilizzo

  
Privacy Policy