NewEntry.eu - Italiani scoraggiati

Italiani scoraggiati

L’ultimo rapporto trimestrale della Commissione UE su occupazione e situazione sociale nell’Unione rivela come gli italiani siano i lavoratori più scoraggiati e con il tasso di attività più basso di tutta l’Europa (i cosiddetti “neet” -neither employed nor in education). In più nel nostro Paese la disoccupazione giovanile e quella a lungo termine salgono più che nel resto d’Europa, comportando un continuo e progressivo calo nelle entrate delle famiglie, come sta avvenendo anche in Polonia e Spagna, al contrario di Germania e Regno Unito. Lavoratori scoraggiati. I lavoratori scoraggiati in Italia erano, nel primo trimestre 2014 il 12,8%, pari al +1% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.
Disoccupazione
Per quanto riguarda la disoccupazione giovanile, mentre in molti Stati UE si registra un calo sostanziale, in Italia il dato continua a crescere. La disoccupazione a lungo termine, in generale, risulta stabile nell’UE tranne in Paesi come Grecia, Spagna, Italia e Cipro dove si evidenziano continui aumenti, nonostante fosse già tra le più alte dell’UE.

Neet e occupazione femminile
Preoccupante inoltre il dato relativo al tasso di attività: in Italia, Romania e Malta resta sotto il 65%, un valore significativamente sotto la media UE, e soprattutto negli stessi Paesi rimane troppo basso il tasso di occupazione femminile, il più basso nell’Unione.

Letto 1140 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti

SFOGLIA L'ULTIMA EDIZIONE



NEW ENTRY TELEVISION

Questo sito prevede l utilizzo dei cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando la navigazione riterremo accettato il loro utilizzo

  
Privacy Policy