NewEntry.eu - La diga del Vajont (2^ parte)
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

La diga del Vajont (2^ parte)

La diga oggi
Negli ultimi anni è avvenuta una ripresa di interesse verso la diga e la tragedia del Vajont e si sono fatte frequenti le visite guidate da parte di specialisti interessati agli aspetti scientifici della diga ma anche di gente comune. L’ENEL, oggi proprietaria delle strutture e dei terreni, ha aperto al pubblico nell’estate 2002 la prima parte del coronamento sopra la diga, affidando ad alcune associazioni del territorio (tra cui l’Associazione Pro Loco di Longarone) il compito di gestire le visite guidate. Da sabato 11 agosto 2007 è stato aperto al pubblico, dopo l’inaugurazione ufficiale, il coronamento della diga. La gestione è affidata al Parco naturale delle Dolomiti Friulane. I turisti possono ora accedere all’intero percorso del coronamento, pur senza la prenotazione ma solo nelle giornate di apertura al pubblico come precisato nel calendario annuale, per osservare con i propri occhi l’impressionante scenario della frana del Monte Toc e della valle sottostante di Longarone.
Non si possono ancora perlustrare, invece, le gallerie interne alla montagna, anche se, dal settembre 2006, è stata ideata una manifestazione podistica non competitiva, con cadenza annuale denominata “I Percorsi della Memoria”, che permette al pubblico partecipante di poter attraversare anche le strutture all’interno della montagna.
Per il 2013, in occasione del cinquantesimo anniversario del disastro, la regione Veneto ha stanziato un milione di euro per la messa in sicurezza e il recupero delle gallerie interne alla montagna dette “strada del Colomber” (la vecchia statale 251). L’idea è di aprire la strada proprio nei giorni dell’anniversario assieme ad altre iniziative.
A memoria della tragedia è stato allestito il museo del Vajont visitabile presso il Centro Visite del Parco Naturale delle Dolomiti Friulane di Erto e Casso e dal 2007 è stato aperto al pubblico il coronamento della diga. L’organizzazione delle visite è affidata al Parco Naturale delle Dolomiti Friulane. Si potranno percorrere i primi venti metri di coronamento e osservare l’impressionanate scenario della frana del Monte Toc e della valle sottostante di Longarone, spazzata via in una notte.
Per informazioni
Percorso coronamento diga del Vajont
Fino al 31 agosto ogni giorno dalle ore 10.00 alle ore 17.00
Biglietteria: presso ufficio informazioni Diga del Vajont
Tariffa: € 5,00 a persona
Durata delle visite: 40 minuti circa
Info: Parco Naturale delle Dolomiti Friulane, tel. +39 0427 87333

Escursione naturalistica diga e frana del Vajont
Fino al 31 agosto ogni sabato e domenica alle ore 10.00 con prenotazione obbligatoria
Punto d’incontro: Ufficio inform. Diga del Vajont
Tariffa: € 10,00 a persona
Durata dell’escursione: 3,5 ore circa
Info: Associazione Guide Dolomiti Friulane, tel. +39 333 6310707
Organizzato da:
Parco Dolomiti Friulane
Via Roma, 4 - Cimolais
Tel. 0427 87333
www.parcodolomitifriulane.it
FINE

Letto 1141 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti

Questo sito prevede l utilizzo dei cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando la navigazione riterremo accettato il loro utilizzo

  
Privacy Policy