NewEntry.eu - Bisogna ridere prima di essere felici, per paura di morire senza avere riso”. Jean de La Bruyère, I caratteri, 1688
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Bisogna ridere prima di essere felici, per paura di morire senza avere riso”. Jean de La Bruyère, I caratteri, 1688

LA VEDOVA PERSPICACE
Una signora di Roma, perde il marito in mare, dopo tanti giorni un cadavere affiora, viene trascinato a riva e viene chiamata la vedova per il riconoscimento. La vedova scopre il viso, ma non riesce a riconoscerlo, troppo sfigurato, bene, dice il commissario, allora cerchiamo di riconoscerlo attraverso i particolari delle sue parti intime.
La signora pronta: certamente non è mio marito, e statene certi, non è nemmeno romano.
CONVERSAZIONI FRA COMARI
Due comari s’incontrano e l’una dice all’altra: sai ho incontrato tuo marito ieri e mi ha detto che aveva voglia, tu non potevi e quindi cercava qualcuna per soddisfare le sue voglie, aveva anche dei soldi e ho detto che se voleva avrei potuto guadagnarli io. Che dici ho fatto bene? Cara comare io da tuo marito non mi son mai fatta pagare.
PARERE FRA MEDICI
Un uomo si presenta presso il pronto soccorso di un ospedale, disperato: dottore ho un grandissimo problema, guardi come è lungo il mio affare, non riesco nemmeno a farlo stare nei pantaloni. Il medico preoccupato richiede un consulto, e quindi chi dice una cosa chi ne dice un’altra ma si tratta solo di quanto accorciarlo. Interviene la dottoressa, dopo aver esaminato l’affare: scusate colleghi, io propongo di allungargli le gambe.
UNA DEDUZIONE
La prima notte di nozze i due novelli sposi sono a letto. Il marito è un tipo molto timido, ma lei cerca a tutti i costi di rompere il ghiaccio con queste parole.
“Tesoro... ho freddo...”
“Tieni cara, prendi questa coperta!”
Dopo alcuni minuti la sposina avvicinandosi al marito incalza con voce tenera: “Tesorino... sai ho ancora freddo...”
“Non preoccuparti amore ti metto subito adosso un’altra coperta, ecco così va meglio vero?”
“Grazie amore ma sai ho ancora freddo... “
“Vuoi forse una terza coperta?”
“Ma senti un po’, imbecille! Ma la tua mammina non ti ha insegnato che noi donne abbiamo un buchino qui sotto la pancia?”
“Ma cara! Sarà senz’altro da lì che viene tutto questo freddo.
LA RICETTA
Il farmacista al cliente: - Mi dispiace, signore, ma non le posso dare dell’arsenico senza una ricetta. Il cliente: - Non potrebbe bastare la foto di mia suocera?
LA TEMPESTA
Durante una tempesta, un marinaio dice ad una passeggera: non resti lì, un’onda potrebbe portarla via!
Un signore lì accanto gli urla: si faccia gli affari suoi! È mia suocera, mica la sua!
SENZA COLPE
Un uomo è all’ospedale per accompagnare sua moglie che sta per partorire. Siccome vede che lei soffre molto durante le contrazioni, cerca di consolarla, per cui le prende la mano e dice: “Oh, cara, quanto soffri! E tutto per colpa mia!”
“Ma no, non è colpa tua, tu non c’entri per niente... assolutamente per niente!”

Letto 1088 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti

Questo sito prevede l utilizzo dei cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando la navigazione riterremo accettato il loro utilizzo

  
Privacy Policy