NewEntry.eu - Cambiamento lento e noi ci abituiamo...

Cambiamento lento e noi ci abituiamo...

“Questo principio ci mostra che quando un cambiamento si effettua in maniera sufficientemente lenta, sfugge alla coscienza delle persone e non suscita, per tutta la sua durata, nessuna reazione: non ce ne accorgiamo nemmeno e quindi, non ci rivoltiamo contro gli oppressori.
Portare via la libertà, così, all’improvviso, genera resistenza e le caste, lo hanno imparato bene dalla storia: la società, deve rinunciare alla sua libertà volontariamente.
Ora, se guardiamo ciò che sta accadendo in Italia (e anche nel mondo) da alcuni anni, osservando quindi il quadro in un lasso di tempo più lungo, ci rendiamo conto che stiamo subendo una lenta deriva: una trasformazione alla quale, piano piano, ci abituano. Ciò che avrebbe fatto di colpo risvegliare le nostre coscienze e che alcuni anni fa avrebbe creato disdegno e orrore, lentamente, ai nostri occhi, è diventato banale, se non del tutto indifferente. I peggiori attentati alle libertà individuali, alla dignità dell’individuo, all’integrità della natura, alla bellezza e alla felicità di vivere, si effettuano lentamente e inesorabilmente con la complicità costante delle vittime ignare e sprovvedute.”
Luigi

Letto 1064 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti

SFOGLIA L'ULTIMA EDIZIONE



NS. CANALE YOUTUBE

Questo sito prevede l utilizzo dei cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando la navigazione riterremo accettato il loro utilizzo

  
Privacy Policy