NewEntry.eu - Nella casa di Doroty: Testimonianza di una mamma
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Nella casa di Doroty: Testimonianza di una mamma

Buongiorno Gianluca, ti ringrazio di vero cuore, per l’opportunità che dai a tutte noi di raccontare le nostre storie di genitori di bambini autistici.
Incontrandoti ho conosciuto un uomo che, prima di essere un giornalista, è un cancello aperto verso la disabilità infantile dell’autismo. Ho ricordi incancellabili, a volte dolorosi, a volte colmi di soddisfazione.
Ricordo il primo giorno di scuola: sono con lei dinanzi ai cancelli dell’edificio, una nuova realtà (per un autistico, ogni cambiamento alla routine quotidiana è sconvolgente come una valanga inaspettata), le stringo forte la mano, lei è serena, io penso: “nessuna stella è cosi lontana da non essere vista dalla terra” e non vi è nulla di impossibile che la determinazione, l’amore per il proprio lavoro, il crederci fermamente possa aiutare a raggiungere. All’interno dell’autismo troviamo le stereotipie, ovvero movimenti ripetitivi, che variano da bambino a bambino come ad esempio roteare a lungo tra le mani un oggetto o sfarfallare con le mani. Io ritengo che le stereotipie di mia figlia tendano a calmarla quando è sottoposta a situazioni di stress e in quei casi gliele concedo, lei ha l’abitudine di roteare fra le mani un mazzo di chiavi, credo che le piaccia il suono che emettono e la rassicurano...
L’autismo è un libro formato da diversi capitoli, ognuno diverso dall’altro,  questo perchè ogni bambino è diverso dall’altro ed anche le stereotipie variano da bambino a bambino, ma sono sempre presenti, a volte scompaiono, a volte ritornano e a volte ne subentrano di nuove. Ritengo che ci si debba organizzare per una società a misura di disabile, perchè il mio presente può essere il futuro di chiunque. La disabilità non appartiene solo ad un ristretto  gruppo di persone, è un velo leggero e  invisibile, che può posarsi sulla vita di chiunque. L’autismo non è un segreto, è una storia da raccontare per comprendere che questi bambini non sono ombre, ma esseri colmi di luce con tanta ricchezza da donare...
L’autismo...
Tra i sintomi distintivi dell’autismo vi è uno sviluppo comunicativo, gravemente deficitario. Spesso i genitori si rendono conto che qualcosa non va per il ritardato o mancato sviluppo del linguaggio; a volte, come nel caso della mia bambina, compare per poi sparire all’improvviso. Ricordo che fissavo il camice bianco della dottoressa e dissi: è come se qualcuno all’improvviso avesse staccato la spina...

Come una sirenetta...
quali mani fatate,
hanno reso silenziose le tue giornate?
Chi conserva la malia,
che un giorno la voce ti portò via...
Con quale magico potere,
le tue parole, potrò riavere
Questo potente signore,
è un mago ingannatore,
nel tunnel del pessimismo,
il suo nome, è autismo...

Siamo un gruppo di mamme di bambini autistici e abbiamo creato una chat whatsapp, a cui abbiamo dato il nome “la casa di Doroty”. Qui ci scambiamo opinioni,  ci confrontiamo ed ogni tanto ci incontriamo, per condividere un vissuto simile. Se vivi anche tu una situazione simile alla nostra e vuoi contattarci, le stanze della casa sono aperte per te...
Valsecchi Tiziana
Cell. 329 98 05 488

Letto 471 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti

Questo sito prevede l utilizzo dei cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando la navigazione riterremo accettato il loro utilizzo

  
Privacy Policy