NewEntry.eu - Licenziamento individuale e onere del datore di lavoro
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Licenziamento individuale e onere del datore di lavoro

La Corte di Cassazione sezione lavoro , nella sentenza  del  20-01-2017, n. 1554 ha precisato  che l’intimazione del licenziamento individuale, per giustificato motivo oggettivo, presuppone non solamente  un generico ridimensionamento dell’attività imprenditoriale, bensì la necessità di procedere alla soppressione del posto o del reparto cui sia addetto il singolo lavoratore.  
I giudici hanno specificato inoltre che detta soppressione non può essere meramente strumentale ad un incremento di profitto per l’azienda ma deve essere diretta a fronteggiare situazioni sfavorevoli non contingenti. E’  quindi onere del datore di lavoro dimostrare la concreta riferibilità del licenziamento individuale ad iniziative collegate ad effettive ragioni di carattere produttivo-organizzativo  che migliorino  le situazioni economiche  sfavorevoli per l’azienda stessa.
Va inoltre dimostrata  l’impossibilità di adibire il lavoratore licenziato ad altre mansioni, equivalenti a quelle esercitate prima della ristrutturazione aziendale.

Letto 782 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti

Questo sito prevede l utilizzo dei cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando la navigazione riterremo accettato il loro utilizzo

  
Privacy Policy