NewEntry.eu - Non ci resta che ridere...
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Non ci resta che ridere...

Due amici si incontrano dopo 10 anni: “Mario! Come stai! Era molto che non ci vedevamo”. “È vero Gino, ma ora stai tranquillo che ci vedremo più spesso, sai da poco tempo abito qui nel tuo stesso palazzo”. “Bene e come ti trovi?”. “Una meraviglia, c’è la vista sul mare, aria buona, e soprattutto, te lo dico in confidenza, in questo palazzo ci sono 20 donne, e io ho fatto del sesso con 19”. I due continuano a parlare del più e del meno fino al momento di salutarsi. Gino torna a casa la sera e racconta alla propria moglie “Sai Luisa chi ho incontrato oggi? Mario, un mio vecchio amico che non vedevo da anni. Abita qui nel nostro stesso palazzo e si trova benissimo. Mario mi ha fatto una confidenza, mi raccomando però non lo dire a nessuno”. “Quale confidenza?”. “Mi ha detto che ha contato 20 donne nel nostro palazzo e che lui ha fatto all’amore con 19. Con una, meno male, non c’è riuscito”. E la moglie: “Sai Gino chi deve essere... quella del terzo piano con il bimbo piccolo!”.

“Dottore, ho un problema con mia moglie. Ogni notte sogna di guidare l’auto, mi prende il pene e lo tratta come se fosse la leva delle marce: mette la prima, la seconda, la terza... e così per tutta la notte. A volte è un’esperienza dolorosa. Io non so più che fare”. “Guardi, faccia così. Quando lei si addormenta e inizia a sognare, le sussurri in un orecchio: “Amore, attenta, c’è una mucca sulla strada” vedrà che sua moglie la smetterà con questo sogno”. La sera l’uomo e la moglie vanno a dormire. A un certo punto, lei comincia il sogno, prende il pene del marito e... prima, seconda, terza... quando sta per mettere la quarta, il marito le sussurra: “Tesoro, attenta... c’è una mucca sulla strada!”. Senza svegliarsi, la donna gli afferra violentemente un testicolo e grida: “Piiiiiip piiiiiiiiiip”.

Lo psichiatra si rivolge al suo nuovo paziente, appena sdraiatosi sul lettino per iniziare la terapia: “Io non conosco i suoi problemi. Mi dica lei tutto dall’inizio”. “Bene” risponde il paziente “In principio, creai il cielo e la terra...”.

Ho preso il taxi e ho chiesto all’autista: “Quanto costa?”. “Dipende dal tempo”. “Ammettiamo che piova...”.

La mamma: “Paolo, fai troppe cose alla carlona”. “Mamma, non ti preoccupare che quando sono grande la sposo!”.
Un tizio va dallo psichiatra e gli dice: “Mia moglie soffre di manie di persecuzione”. “E come si manifesta questa malattia?” domanda il dottore. “Ha sempre paura che le venga rubato qualcosa. Pensi che ieri ho trovato un uomo nell’armadio in camera da letto; l’aveva messo lì lei per fare la guardia ai suoi vestiti!”.

Ci siamo guardati, i miei occhi nei suoi occhi e in quell’istante il mondo si è fermato... Poi è ripartito, senza di me.

Un signore è restato senza capelli e ne soffre. Mentre è in vacanza un mago brasiliano gli dice che lui ha un segreto per far crescere i capelli: deve dormire 15 notti con la testa in mezzo alle gambe della moglie. I due ci provano: dopo la prima notte non si vede niente, dopo tre notti niente... la penultima notte nasce un po’ di peluria, e l’ultima notte si trova con una bellissima chioma. Tutto contento porta la moglie a teatro e vede davanti a lui un signore con una testa che sembra una palla da biliardo. Dice alla moglie: “Glielo dico?”. E lei: “Ma dai, è uno che non conosci...”. “Eh, ma tu non sai quanto si soffre...”. Fanno un po’ a tira e molla, finché il marito batte sulla spalla del signore davanti a lui e gli dice: “Scusi signore, se mi permetto, ma...”. Però nel vedere che il signore (girandosi) porta un paio di magnifici baffi si interrompe e dice: “A lei non lo dico perché è uno sporcaccione!”.

Letto 251 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti

Questo sito prevede l utilizzo dei cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando la navigazione riterremo accettato il loro utilizzo

  
Privacy Policy