NewEntry.eu - I pidocchi
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

I pidocchi

Negli ultimi 15 giorni di settembre, sono entrate nella nostra erboristeria a Presezzo diverse mamma e tutte con un problema specifico riguardante i propri figli, che da poco hanno ricominciato asili e scuola, e cioè i pidocchi! Qualcuna più preoccupata di altre, anche per la prima esperienza con questi fastidiosissimi parassiti, ci hanno chiesto rimedi, soluzioni e consigli per evitare il contagio, ecc. Benissimo, noi come sempre prendiamo la palla al balzo, e siccome il nostro obiettivo è di informare e formare quante più persone possibili, abbiamo deciso di dedicare quest’articolo a questi insetti fastidiosi, in modo da tranquillizzare mamme e figli. Innanzitutto quando parliamo di pidocchi, bisogna distinguere tra il pidocchio del capo, pidocchio del corpo e pidocchio del pube. Noi parleremo della pediculosi della testa. Sono insetti di 2-4 mm, che vivono e si riproducono, come sappiamo sulla testa dell’uomo, soprattutto nella regione della nuca, delle tempie e dietro le orecchie. Si “cibano” di sangue umano e la femmina depone fino a 10 uova (lendini) al giorno che tramite una sostanza collosa fa si che queste ultime si attacchino ai capelli. Ogni lendine si schiude entro i 20/25 giorni. Ma come si viene contagiati? Cominciamo a sfatare la leggenda che i pidocchi saltano o volano… non volano (non hanno ali) e non saltano (non hanno molle sotto le zampette!). L’unico via di trasmissione avviene esclusivamente per contatto diretto testa-testa con un individuo infestato e in rarissimi casi anche per contatto con oggetti e indumenti (pettini, spazzole, lenzuola, ecc.). È più frequente nei bambini di età compresa tra i 3 e i 13 anni che vivono a stretto contatto (asili e scuole appunto!). Altro mito da smentire è che il pidocchio non predilige le teste sporche; non c’è correlazione tra igiene personale e pidocchi, anche se una buona cura della persona evita tanti altri problemi sociali!! Il periodo con la più elevata incidenza è fine estate/ autunno. Il sintomo principale del contagio è costituito da un forte e insistente prurito del capo, che può portare anche a lesioni da grattamento ed escoriazioni del cuoio capelluto, dovute alle punture di questi parassiti per cibarsi di sangue (come potrebbe essere la zanzara!). Se vostro figlio continua a grattarsi controllateli il capo, è facile riconoscere sia il pidocchio che le uova a occhio nudo! Le uova si differenziano dalla forfora in quanto non si staccano dal capello quando lo si fa scorrere tra le dita. Ok, e adesso che abbiamo riscontrato che nostro figlio ha i pidocchi che facciamo??? Innanzitutto niente panico!!! Non è nulla di grave, nulla di infettivo, nulla di patologico e soprattutto non dobbiamo rasare a zero nessuno!!! La prima cosa da fare è utilizzare prodotti naturali, lozioni, shampoo e oli essenziali, specifici per questo problema. Nella nostra erboristeria troverete tutto il kit per affrontare e combattere i pidocchi. Dopo già il 2/3 giorno, la maggior parte delle lendini e dei pidocchi è stata eliminata, quindi controllare accuratamente il capo e i capelli e se doveste trovare ancora qualche lendine attaccata al capello, utilizzare l’apposito pettine a denti finissimi per rimuovere le uova non più vitali. Terzo passaggio è quello di lavare con acqua bollente e alcuni olii essenziali (es. tea tree) oggetti e indumenti che il soggetto può aver toccato. Ora come prevenire? Non esiste un metodo sicuro per fare prevenzione. Esistono accorgimenti per limitare il contagio quali:
 evitare il contatto diretto tra testa e testa in
presenza di situazioni a rischio;
 evitare lo scambio di effetti personali;
 controllare accuratamente i capelli 1/2 volte
alla settimana;
 in caso di capelli lunghi tenerli legati.
Altra domande che ci rivolgono spesso è: “…ma il nostro cane/gatto può trasmetterci i pidocchi?”. Assolutamente NO! Non si trasmettono tra uomo-animale, ma solo da uomo-uomo e animale-animale! Eccoci arrivati alla fine con un sacco di informazioni e soluzioni per evitare di andare in panico. Se avete domande oppure avete bisogno di informazioni più dettagliate, venite a trovarci in negozio a Presezzo, insieme a voi analizzeremo tutto quanto e in caso di necessità sapremo consigliarvi quali prodotti naturali utilizzare per combattere questi fastidiosi parassiti e proteggere la salute di vostro figlio!
Come sempre per ulteriori informazioni, dettagli o CONSULENZE PRIVATE ci potete contattare a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., oppure ci trovate in negozio ERBORISTERIA IL VISCHIO E LA QUERCIA, Via Vittorio Veneto, 1064 Presezzo. TEL 035/4156226.
Con Amore e Gratitudine
Katia Mussetti e Ivan Mangili

Letto 45 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti

Questo sito prevede l utilizzo dei cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando la navigazione riterremo accettato il loro utilizzo

  
Privacy Policy