NewEntry.eu - Non ci resta che ridere
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Non ci resta che ridere

Paolo torna da scuola affamato; si tuffa verso il frigo e proprio mentre sta per buttarsi sul gelato, sente sua madre che lo blocca strillando: “Fermo là tu! Non puoi magiare il gelato, tra poco è ora di cena! Va’ un po’ fuori a giocare nel frattempo”. “Ma non c’è nessuno con cui giocare...”. “Ok” dice la mamma, “allora vuol dire che giocherò io con te. A cosa giochiamo?”. “Giochiamo a mamma e papà! Io faccio il papà”. “E io faccio la mamma, ovviamente. Cosa devo fare?”. “Vai di sopra e stenditi sul letto”. Quando la mamma è andata di sopra, Paolo rimedia da un armadietto il vecchio berretto da pesca di suo padre; mentre sale le scale recupera anche un mozzicone di sigaretta da un posacenere e lo mette a un angolo della bocca cercando di imitare il brutto muso del padre. Al che, si avvicina alla camera da letto ed entra. La mamma continua a dargli corda...: “Cosa devo fare ora?”. E Paolo, cercando di apparire brusco: “Porta quel tuo culo di sotto e dai un po’ di gelato al ragazzino!”.

Una donna sposa un uomo pensando che lui cambierà. E lui non lo fa. Un uomo sposa una donna pensando che lei non cambierà. E lei lo fa.

Un uomo cinquantenne rientra a casa: “Cara... Cara, ho fatto la visita per avere l’invalidità civile”. “Come è andata?” gli chiede la moglie. “Il medico mi ha detto: si tolga la giacca. E poi mi ha detto: si tolga la camicia”. “E poi?”. “E poi mi ha detto: si tolga la canottiera”. “E poi?” gli chiede la moglie incuriosita. “Sono rimasto nudo fino alla cinta e mi hanno dato il 30 per cento di invalidità!”. “Caro se ti abbassavi le mutande ti davano anche l’accompagnamento!”.

Un uomo entra in un negozio di scarpe e chiede di provarne un paio. La ragazza che è al banco chiede: “Che numero porta?”. Il cliente ci pensa un po’ su e poi dice: “Io porto il 42 ma mi faccia provare un 40”. La ragazza un po’ sconcertata gli porta il 40. Il cliente le prova e poi dice: “Mmm... Strette, mi porti un 38”. La ragazza sempre più perplessa porta il 38. Il cliente: “Mmm... Strette, mi porti un 36”. La ragazza ormai incredula e convinta di avere a che fare con un pazzoide gli porta il 36. L’uomo le prova e poi esclama: “Benissimo, le prendo”. Prima che il cliente se ne vada incuriosita chiede: “Senta, so che non sono fatti miei, ma mi piacerebbe sapere perché ha preso un 36 se porta il 42”. L’uomo sconsolato dice: “Mio figlio è un disoccupato, mia moglie mi ha lasciato, mia figlia è una poco di buono... almeno la sera quando mi tolgo le scarpe, vorrei provare un po’ di soddisfazione!”

Letto 88 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti

Questo sito prevede l utilizzo dei cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando la navigazione riterremo accettato il loro utilizzo

  
Privacy Policy