NewEntry.eu - Non esiste che origli e ti lamenti di quel che senti...

Non esiste che origli e ti lamenti di quel che senti...

Mi capita spesso di sentire parte di conversazioni di estranei, mentre si prende un caffè al bar, in coda alla posta, sull’autobus; certamente le occasioni non mancano. Si ascolta facendo finta di nulla e nella nostra mente si interviene, ci si intromette magari anche si commenta ciò che si sente o ci si lamenta o si giudica quello di cui gli altri parlano. Molto peggio quando invece senti parlare di cose che non sembrano intrigarti, come sapere se il gatto della tale è guarito dalla dissenteria, o se il tizio si sente l’alitosi e hai il coraggio di sbuffare per ciò che stai sentendo. Assurdo eppure lo facciamo tutti. Qualcosa si insinua nelle nostre menti; la nostra anima da portinaia ha il sopravvento, e alla prima occasione riportiamo quello che abbiamo sentito agli amici e finalmente ci sfoghiamo commentando, il tam tam del passa parola risuona ovunque.
Detto così può sembrare solo una critica, pensate invece a quando sentite qualcosa di positivo, una barzelletta spiritosa, un pettegolezzo sull’arte amatoria; riportandolo agli amici regalerete momenti di ilarità e comunque amplierete il vostro bagaglio culturale.
E’ un po’ anche quello che succede con New Entry, non può essere perfetto, ci sarà sempre qualcosa che “tocca” qualcuno, potrebbe essere una poesia, un oroscopo fortunato, una recensione che non condividete; l’importante è che faccia parte del tam tam.
E’ il giornale che ti offre compagnia, ti fa sognare, ti consiglia, ecc...ecc... con l’unica pretesa di farti riflettere su ogni argomento trattato. Odiato o amato di sicuro “New Entry” non passa inosservato.
Chantal da Boltiere

Letto 329 volte
Altro in questa categoria: « Io sono qui Ho imparato »
Devi effettuare il login per inviare commenti

SFOGLIA L'ULTIMA EDIZIONE



NEW ENTRY TELEVISION

Questo sito prevede l utilizzo dei cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando la navigazione riterremo accettato il loro utilizzo

  
Privacy Policy